Dieta equilibrata: cosa significa realmente? (pt.1)

Sono moltissime le persone che seguono un regime alimentare ma lamentano risultati scarsi o poco costanti. Siete sicuri che la dieta che state facendo sia quella giusta?

Tempo di lettura: 3 minuti


La dieta è sicuramente una cosa che interessa tutti o quasi. Con la prova costume appena iniziata, sono moltissime le persone che, visto il calendario, sono corse ai ripari nella speranza di un dimagrimento last minute. Ma il dimagrimento last minute funziona? Come si fa una dieta equilibrata?
L’abbiamo chiesto in un’intervista al medico pinerolese esperto in nutrizione, la Dr.ssa Valentina Nuzzi.

Dr.ssa Nuzzi, ci tengo a farle una domanda anche se può sembrar banale. Che cosa significa dieta?

Una domanda tutt’altro che banale. Sebbene molti pensino che dieta sia sinonimo di mangiar bene, il significato di questa parola è alle origini ben più ampio: la dieta è prima di tutto uno stile di vita, e questo include non solo l’alimentazione bilanciata (sbagliatissime le diete drastiche), ma anche l’attività fisica e le ore di sonno necessarie per mantenere il corpo in salute e che funzioni bene. Vediamo per un momento l’organismo come una macchina da corsa: per farla andare forte non basta solo metterle la benzina, bisogna anche saperla guidare nel modo giusto.
Purtroppo questa concezione di dieta si è un po’ smarrita negli anni, ed ora si tende a vedere la dieta come un discorso esclusivamente alimentare.

Lei definisce sbagliatissime le diete drastiche. Cosa intende con dieta drastica?

Con dieta drastica intendo l’abolizione totale o quasi di carboidrati e grassi, le cosiddette “diete low carb” o “diete low fat”. Quello che la gente non sa però è che con questi tipi di dieta non si dimagrisce ma si perde peso, che è diverso: perdere peso non significa per forza dimagrire, perché se l’ago sulla bilancia scende tu puoi aver perso grasso, muscolo o acqua. Dimagrire invece significa ridurre la massa grassa senza perdere muscoli e massa magra. Per questo secondo obiettivo ci vuole più tempo, ma ovviamente i risultati sono diversi.

Le diete drastiche, inoltre, non abituano il fisico alla nuova forma, ed il rischio è quello di ingrassare nuovamente in poco tempo. Il corpo “ricorda” la massa grassa che si aveva prima e per il periodo successivo al dimagrimento, se questo è avvenuto di colpo, lui cerca di tornare alla vecchia massa grassa, aumentando il senso di fame o riducendo il dispendio calorico: per questo va adeguato lentamente, step by step.

Per fare una dieta “giusta” da dove bisogna partire?

Dal funzionamento del corpo. Se non capisci questo passerai tutta la vita a fare diete nella speranza di indovinare quella giusta: è come cercare di utilizzare un elettrodomestico complicato senza leggere le istruzioni, il rischio è quello di far disastri.

Una dieta alimentare è equilibrata quando…?

Quando si dà al corpo tutto ciò di cui ha bisogno, non soltanto in termini di macronutrienti, quindi proteine, carboidrati e grassi, ma anche vitamine, sali minerali e fibre, per permettergli di svolgere al meglio le sue funzioni.
L’equilibrio dei macronutrienti secondo le Linee Guida prevede che un 55% circa delle calorie assunte derivi dai carboidrati, un 25-30% dai grassi ed un 15-20% dalle proteine.

Seconda parte dell’intervista disponibile in un nuovo articolo.


Dr.ssa Valentina Nuzzi
valentinanuzzi@hotmail.it
Sede a Pinerolo
Tel. 3475190216

Comunicazione sanitaria informativa ai sensi della legge 145/2018 (comma 525). Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Condividi questo articolo

Articoli correlati