Denti mancanti: perché è necessario sostituirli

Sostituire i denti mancanti è molto importante, e conviene farlo prima che si possano verificare ulteriori problemi. Scopriamo insieme perché

Tempo di lettura: 2 minuti


Uno degli argomenti più importanti in campo odontoiatrico è sicuramente quello dei denti mancanti. La mancanza di questi ultimi, infatti, non è soltanto un fattore estetico, e alla lunga può provocare diversi problemi. Abbiamo per tanto deciso di trattare questo tema con il nostro esperto del settore Mario Cappellin, il Dr. Mario Cappellin, dell’omonima Clinica con sede a Torino e Pinerolo.

Dottor Cappellin, perché è necessario sostituire velocemente i denti mancanti?

Quando si estrae un dente naturale è sempre opportuno sostituirlo al più presto, per evitare ulteriori danni e conseguenze alla salute dell’intera bocca.
Questo perchè quando manca un dente, i denti vicini e quelli dell’arcata opposta iniziano a “migrare” per coprire lo spazio vuoto, poiché non più sostenuti dal contatto con il dente estratto. In seguito a questi movimenti, anche altri denti possono subire importanti danni e malattie parodontali, fino al punto di arrivare a dover essere estratti a loro volta: aspettare a sostituire un dente mancante può causare la perdita di altri denti.

Quali rischi si corrono se i denti non vengono sostituiti?

Aspettare troppo a sostituire i denti mancanti può causare la perdita di numerosi altri denti.
Subito dopo l’estrazione dei denti l’osso inizia a riassorbirsi e i denti dell’arcata antagonista non hanno più sostegno durante la masticazione.
Questo causa l’uscita dall’osso (estrusione) anche dei denti rimasti, con gravi conseguenze: l’impossibilità di masticare correttamente, la scorretta abitudine di masticare sulle gengive (con il rischio di indurre una degenerazione dei tessuti che vengono costantemente traumatizzati, fino alla comparsa di tumori), la perdita dell’osso naturale (che sarà necessario ricostruire in seguito con maggiore difficoltà dell’intervento chirurgico e con una maggiore spesa) ed, infine, la grave alterazione del piano di masticazione fino alla perdita dei denti dell’arcata antagonista.

Quali possono essere le conseguenze di questi problemi?

Le forme naturali dell’osso mascellare e della mandibola sono mantenute dalla presenza dei denti: quando questi vengono a mancare l’osso si ritira e il viso perde la “dimensione verticale”; le labbra si avvicinano e i tessuti attorno alla bocca collassano, determinando il classico aspetto “vecchieggiante”.
La mancanza di tutti i denti rende impossibile la masticazione, e il cibo viene trangugiato intero con possibili disturbi digestivi.
Per tanto, deve essere immediatamente risolta almeno con una protesi provvisoria mobile, per evitare gravi danni all’articolazione temporomandibolare.

Intervista al Dr. Mario Cappellin a cura di Davide Clivio


Dr. Mario R. Cappellin
info@clinicacappellin.it
c/o Clinica dentale Cappellin
sedi a Torino e Pinerolo
(dir. san. dr.ssa Elisa Bottero / dir. san. dr. Mario R. Cappellin)
Tel. Torino: 011.0886330 Pinerolo: 0121099100


Comunicazione sanitaria informativa ai sensi della legge 145/2018 (comma 525) curata dalla Clinica dentale Cappellin srl Società Benefit (aut. san. 60bis, direttore sanitario dr. Mario R. Cappellin, odontoiatra, Albo TO 2272).
 Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Condividi questo articolo

Articoli correlati

Nessun articolo trovato